Il 1948 rappresenta un anno fondamentale per la giovane Repubblica italiana: la Costituzione è appena entrata in vigore e ci sono le prime elezioni per il governo. Come l’antifascismo ha permeato la carta? Quali scenari si aprono in quel fatidico anno?

Approfondimenti

Per questa puntata abbiamo riletto alcuni capitoli di Piero Calamandrei, Costruire la democrazia: premesse alla Costituente, (con un saggio di P. Barile), Le Balze, 2003 (1a ed. 1945) e di Silvio Lanaro, Storia della repubblica Italiana, Marsilio, 1992; il breve ma intenso saggio di Mirco Dondi su «Storia e futuro»  (n. 18, ottobre 2008).

Abbiamo poi ripescato su YouTube due Cinegiornali dell’Istituto Luce, 2 giugno 1946, risultati del referendum costituzionale e 18 aprile: l’Italia alle urne, di entrambi abbiamo ascoltato un breve estratto.

Jukebox

Non abbiamo potuto fare a meno di ascoltare due classici della musica italiana: Ho visto un re di Enzo Jannacci scritta con Dario Fo e contenuta nell’album Vengo anch’io. No tu no del 1968 e Aida di Rino Gaetano dall’omonimo album del 1977.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.