Radiografia nera è un bellissimo programma di Radio Popolare di Milano che, come recitano gli autori Matteo Liuzzi e Tommaso Bertelli, racconta la cronaca nera dal 1945 al 1976, gli anni in cui l’emittente milanese non esisteva e quindi non poteva raccontare. Da questo programma è nato un libro, Milanesi brava gente. Storie di nera a Milano, edito da Milieu nella sua collana “Banditi senza tempo”, dedicata proprio alla cronaca nera e a grandi storie di crimine. Matteo Liuzzi ce ne parla in questa puntata, portandoci in una Milano fatta di fughe, inseguimenti e rocambolesche rapine che, per l’appunto, noi non abbiamo potuto conoscere.

Approfondimenti

È la prima volta che Vanloon si occupa di crimine e di cronaca nera, per quanto su queste frequenze spesso avete spesso sentito parlare di giallo: i morti, i soldi in questa puntata però sono veri e sono stati ritrovati da Liuzzi e Bertelli spulciando fra le pagine di vecchi giornali. A questo link potete ascoltare i podcast di Radiografia nera. Da storici naturalmente non potevamo che metterci lo zampino: ascoltando e leggendo le storie dei due autori di Milano non potevamo che pensare ad uno storico, Danilo Montaldi, che il mondo della “leggera”, la piccola criminalità lombarda fatta di sbandati e proletari, ha ritratto quando stava scomparendo. Il testo Autobiografie della leggera. Emarginati, balordi e ribelli raccontano le loro storie di confine (che potete leggere qui) è un caposaldo non solo del racconto di questa parte degli anni Cinquanta italiani, ma anche della nostra storia orale e di quelli che sarebbero poi diventati i “subalternal studies”. A questa originale figura di storico e militante di base la rivista «Parole chiave» ha dedicato il numero 38 del 2007.

Jukebox

La colonna sonora di questa puntata si è costruita quasi da sé: parlando di crimini, polizia e fughe non potevamo che farvi ascoltare i Calibro 35, che della ripresa di quelle atmosfere hanno fatto un marchio. Di seguito il viaggio fra i loro dischi che vi abbiamo proposto Notte in Bovisa, da “Calibro 35” (2008); Milano odia, la polizia non può sparare e Convergere in Giambellino da “Ritornano quelli di… Calibro 35” (2010) e Faster faster! da “Decade” (2018).

(La copertina di questa settimana è tratta da qui)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.