Abbiamo intervistato due storici ed esperti della didattica, David Bidussa e Agnese Portincasa, che ci hanno raccontato il loro punto di vista sulla storia fatta dentro e fuori la scuola, e le questioni che ne derivano.

Approfondimenti

Per una definizione di storia e memoria non si possono non leggere i libri e i saggi dello storico francese Pierre Nora, di cui noi vi segnaliamo una delle ultime pubblicazioni, Come si manipola la memoria: lo storico, il potere, il passato, a cura di Paolo Infantino, La scuola, 2016.

David Bidussa è uno storico sociale e delle idee, le cui pubblicazioni abbondano. Noi consigliamo: Postmemoria, La compagnia della stampa, 2012 e, insieme a Carlo Greppi, Ferruccio Parri come farla finita con il fascismo, Laterza, 2019, ma anche la cura, appena pubblicata in formato digitale, di Angelo Tasca, Un normale stato d’eccezione. Crisi italiani e fascismo (1914-1922), Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, 2019.

Agnese Portincasa, storica dell’alimentazione, tra le altre cose ha scritto Scrivere di gusto: una storia della cucina italiana attraverso i ricettari 1776-1943, Pendragon, 2016, mentre ha da poco curato Cinque domande sulla didattica della storia, un bel dossier sulla rivista online dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri Novecento.org.

Jukebox

Per questa puntata abbiamo scelto le atmosfere calde e coinvolgenti di Fatoumata Diawara, cantante, compositrice e attrice maliana, di cui abbiamo ascoltato le tracce Nterini e Bonya tratte dal suo ultimo album “Fenfo” (2018).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.