Il 31 marzo 1921 a Udine nasceva Laura Conti: partigiana, scrittrice, politica del Pci, femminista, divulgatrice e soprattutto ambientalista. La passione politica di Laura Conti si mischia con quella per la scienza, sono infatti la sensibilità sociale e il rigore scientifico gli ingredienti principali per il suo attivismo e per la sua scrittura. Laura Conti è una donna troppo poco ricordata nonostante una vita sempre in fermento. Dalla battaglia per Seveso a Legambiente la sua vita è stata un continuo impegnarsi per l’ecologia sempre accompagnata ad una critica del sistema capitalista. In questa puntata abbiamo ospitato Barbara Bonomi Romagnoli che ci ha aiutato a inquadrare i grandi temi dell’attivismo di Laura.

Approfondimenti

Per questa puntata abbiamo letto:

  • Cecilia e le streghe, Laura Conti, Fandango, 2021
  • La bambina con la faccia da Lepre, Laura Conti, Fandango, 2021
  • Laura non c’è. Dialoghi possibili con Laura Conti, Marina Turi e Barbara Bonomi Romagnoli, Fandango 2021
  • Il tormento e lo scudo, un compromesso contro le donne, Laura Conti, Gabriele Mazzotta, 1981
  • Donne privato politico: storie personali di 21 donne del PCI, a cura Erica Scroppo, Mazzotta, 1979

Jukebox

Abbiamo ascoltato:

Mars 500 di Clohé, Permanent Vacation, 2021

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.