Ultima puntata di You Say You Want a Revolution che chiude cedendo il passo a una rubrica che verrà, presentando un grande classico sulla rivoluzione russa del 1917: La rivoluzione sconosciuta (1917-1921) scritto dal rivoluzionario anarchico russo Volin riparato in Francia dalle persecuzioni dei bolscevichi. Lo presenta in studio lo storico Antonio Senta.

Bibliografia

Il testo di Volin è piuttosto complesso e molto denso: l’accurattezza con cui questo testo venne realizzato dall’autore emerge bene nell’edizione cui abbiamo fatto riferimento La Rivoluzione sconosciuta (1917-1921). Documentazione inedita sulla Rivoluzione Russa pubblicato nel 2011 dalle Edizioni anarchiche rivoluzionarie Insurrezione a cura di Michele Ortu e Pierleone Marco Porcu, purtroppo difficile da reperire.

Per approfondire

Per approfondire la tematica degli anarchici e la rivoluzione russa suggeriamo anche:

  • Paul Avrich, Gli anarchici nella rivoluzione russa, La Salamandra 1976 (ne trovate un assaggio qui)
  • Franco Bertolucci, A oriente sorge il sole dell’avvenire. La rivoluzione russa vista dagli anarchici italiani 1917-1922, Edizioni BFS 2017
  • Max Leroy, Emma la rossa. La vita, le battaglie, la gioia di vivere e le disillusioni di Emma Goldman, la «donna più pericolosa d’America», Eleuthera 2017

Suggeriamo infine un testo di Antonio Senta, lo storico che abbiamo ospitato in puntata che racconta anche delle vicende degli anarchici nella Rivoluzione russa: A testa alta! Ugo Fedeli e l’anarchismo internazionale (1911-1933), Zero in Condotta 2012.

Jukebox

  • Alessio Lega, Mare nero, (album omonimo), 2017
  • Berurier noir, Makhnovtchina, da Viva Bertaga 1990

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.