Per l’ultima puntata del nostro mese partigiano abbiamo intervistato Iara Meloni,una delle curatrici del progetto e del libro, Partigiani della Wehrmacht. Disertori tedeschi nella Resistenza italiana edito da Piccole Pagine e in uscita il 2 maggio.

Approfondimenti

Il volume già citato, curato da Iara Meloni e Mirco Carrattieri, comprende quattordici saggi scritti da vari studiosi e studiose che ci raccontano le storie di alcuni disertori e fanno il punto sulla ricerca in Italia e Germania rispetto a questo tema così conflittuale per la memoria tedesca. Si calcola che su tutti i fronti di guerra furono circa 300mila i distertori nelle file dell’esercito nazista, cifre non proprio piccole.

Oltre a Partigiani della Wehrmacht, alcuni volumi dedicati alla diserzione e alla Resistenza sono

Mimmo Franzinelli, Disertori, Mondadori, 2016; Santo Peli, La Resistenza in Italia, storia e critica, Einaudi 2004; Marco Minardi, Disertori alla macchia. Militari dell’esercito tedesco
nella Resistenza parmense
, Bologna, CLUEB, 2006.

Il progetto Partigiani nella Wehrmacht è solo agli inizi, potete visitare la pagina facebook per seguire tutti gli aggiornamenti

Juke-box

Abbiamo ascoltato Caparezza con Comunque dada dall’album “Museica” del 2014 e i Santo Niente con Wir sind partisanen dall’album “Occhiali scuri al mattino” del 2005

(la copertina di questa settimana è presa dalla pagina fb del progetto)

Per il giorno della memoria 2021, parliamo di come il nazismo ha trattato gli omosessuali e lo facciamo partendo dal nuovo romanzo della scrittrice tedesca Helga Schneider Bruceranno come ortiche secche”Relazioni pericolose ai tempi di Adolf, in uscita il 4 febbraio per Oligo editore, in cui le ortiche secche (parole pronunciate da Himmler nel 1937) sono proprio le persone lgbt.

Approfondimenti

Abbiamo intervistato Helga Schneider scrittrice e testimone oculare del nazismo, con il suo ultimo romanzo “Bruceranno come ortiche secche”Relazioni pericolose ai tempi di Adolf (Oligo editore 2021)

Per un approccio allo studio dell’omocausto abbiamo consultato:

Giorgio Giannini, Vittime dimenticate. Lo sterminio dei disabili, dei roma, degli omosessuali, e dei testimoni di geova, Stampa alternativa 2011

Circolo Pink (a cura di), Le ragioni di un silenzio. La persecuzione degli omosessuali durante il nazismo e il fascismo, Ombre corte 2002

Abbiamo segnalato in puntata il lavoro che la scuola Ipsia Corni di Modena ha prodotto per il 25 aprile e lo potete vedere qui

I libri segnalati per il giorno della memoria sono:

Amedeo Osti Guerrazzi, Gli specialisti dell’odio. Delazioni, arresti, deportazioni di ebrei italiani, Giuntina edizioni 2021

Greta Fedele e Sara Troglio, Vera. Resistena deportazione e impegno di Vera Michelin Solomon, Mimesis 2021

Michele Sarfatti,Il cielo sereno e l’ombra della Shoah. Otto stereotipi sulla persecuzione antiebraica nell’Italia fascista, Viella 2021

Anna Cegna e Filippo Focardi (a cura di), Culture antisemite. Italia ed Europa dalle leggi antiebraiche ai razzismi di oggi , Viella 2021

Jukebox

Abbiamo selezionato tre brani tratti dall’album “L’imboscata” di Franco Battiato (1996) e sono Ein tag aus dem leben des Kleinen Johannes, Di passaggio e Strani giorni

(La copertina di questa settimana è presa da Amsterdam Homomonument inaugurato nel 1987)

La Repubblica di Weimar non è soltanto una fase storica complessa che ha visto emergere il nazismo sulle ceneri di una fragile democrazia ma anche una moda culturale Continue reading →

Tra gli anni Settanta e Novanta nella Repubblica Federale tedesca la rabbia femminista esplode letteralmente. Nel 2018 in Italia un libro racconta questa storia: Continue reading →