La redazione è salita a Monte Sole per le celebrazioni del 77esimo anniversario della strage. Vi facciamo riascoltare due interviste del 2017 a Toni Rovatti e Andrea Ventura e un nostro commento sull’oggi.

Approfondimenti

I riferimenti per questa puntata sono stati

Andrea Ventura è autore del libro I tempi del ricordo. La memoria pubblica del massacro di Monte Sole, Zikkaron edizioni 2017.

Toni Rovatti è stata una delle curatrici del progetto straginazifasciste.it

Sulla strage di Marzabotto/ Monte Sole una delle novità nel campo delle ricerche è il progetto dell’università di Colonia dal titolo Le stragi nell’Italia occupata (1943-45) nella memoria dei loro perpetratori Al link il progetto

Il Comitato per le onoranze funebri ai caduti di Marzabotto stra risistemando l’archivio fotografico e documentale che si trova nella biblioteca comunale di Marzabotto e che presto sarà accessibile e digitalizzato.

Un delle ultime sopravvissute alla strage di Casaglia, il 29 settembre 1944, Cornelia Paselli, ha appena dato alle stampe il libro autobiografico Vivere, nonostante tutto a cura di Alice Rocchi edito da Zikkaron

Per approfondire l’ultimo processo legato alla strage, ovvero il processo di La Spezia (2005-2007) consigliamo la visione de documentario di Germano Maccioni, Lo stato d’eccezione

Tutte le cifre che riguardano morti, feriti, sopravvissuti, località e spostamenti del Battaglione esplorante di Walter Reder tra il 29 settembre e il 4 ottobre 44 fanno riferimento al libro di Paolo Pezzino e Luca Baldissara, Il massacro. Guerra ai civili di Monte Sole edito da Il Mulino nel 2009. Ad oggi rimane lo studio più completo e preciso sulla strage.

La performance teatrale che vi abbiamo raccontato messa in scena dalla compagnia Archivio Zeta si chiama “ Per grazia ricevuta. A 70 anni dal processo Reder. Nidi di ragno/il tribunale umano

Juke-box

Ci ha accompagnato la musica dei Bevano est, Ellas dall’album “Fuoco centrale” del 1995 e José Gonzalés con Heartbeats dall’album “Veneer” del 2003

ERRATE CORRIGE: Olga all’inizio dice 74esimo della strage.

(la foto di questa settimana l’ha scattata Olga nel luglio 2021)

Il 16 febbraio 1943, in un piccolo villaggio della Tessaglia, i militari italiani coadiuvati da reparti di camicie nere, uccidono circa 150 ragazzi e uomini. Si consuma una delle più efferate stragi su civili perpetrate dagli italiani. durante l’occupazione della Grecia. Della vicenda, e soprattutto, della mancata giustizia, ne abbiamo parlato con Vincenzo Sinapi autore di Domenikon 1943. Quando ad ammazzare sono gli italiani, edito da Mursia nel 2021

Approfondimenti

Vincenzo Sinapi, giornalista dell’Ansa ci racconta con dovizia di particolari, l’iter giudiziario intorno alla vicenda di Domenikon, portando alla luce le porblematicità intorno al mancato processo negli anni immediatamente successivi alla fine della guerra, intorno anche al reperimento delle carte per imbastire il processo, ai mancati risarcimenti, alla riapertura dell’inchiesta negli anni Duemila, quando i carnefici erano quasi tutti deceduti.

Aleggia in queste pagine l’onta di una mancata Norimberga italiana, di una memoria costruita sul falso mito del soldato italiano che ancora fa eco nell’opinione pubblica,

A proposito di questo vi consigliamo di sfogliare il libro Paolo Pezzino e Luca Baldissara, Crimini e memorie di guerra, Violenze contro le popolazioni e politiche del ricordo, L’ancora del mediterraneo 2004

Filippo Focardi, Criminali di guerra in libertà. Un accordo segreto tra Italia e Germania federale, 1949-1955, Carocci 2008

Filippo Focardi e Lutz Klinnkhammer hanno firmato la prefazione al libro di Vincenzo Sinapi e si occupano da anni della memoria delle stragi in Italia e in Germania.

(La copertina di questa settimana è il francobollo commemorativo dell’occupazione italiana di Corfù, 1941)

Juke-box

Ci ha accompagnato in questa puntata la voce di Ani Di Franco

L’Atlante delle stragi naziste e fasciste è un progetto nato qualche anno fa che ha mappato e classificato le stragi, appunto, perpetrate ai danni dei civili nel biennio 1943-1945. Continue reading →

La strage di Monte Sole del settembre 1944 è stata il paradigma della guerra ai civili, ma come sono state affrontate le commemorazioni di questa tragedia negli anni successivi? Ne parliamo con Andrea Ventura, autore del libro I tempi del ricordo la memoria pubblica del massacro di Monte Sole, Zikkaron edizioni 2017.