Marzo 2017: sono trascorsi 40 anni dal movimento del Settantasette, che ha investito in particolar modo Bologna. Come ha affrontato la stampa dei nostri giorni questo anniversario? Abbiamo commentato settimanali, inserti, quotidiani per capire quali luoghi comuni ancora persistono e cosa invece migliora.

Il 16 marzo 1978 un nucleo armato delle BR rapisce il Presidente della DC Aldo Moro. Ma un altro evento spopola nella primavera del ’78. Il 13 marzo le note di Stayin’ Alive dei Bee-Gees iniziano a suonare nelle sale cinematografiche italiane. Nonostante tutto, l’Italia del riflusso vuole divertirsi.

Il 1977 è un oggetto di studio complesso. Lo storico Marco Grispigni ci aiuta a costruire un quadro delle tematiche, delle fonti, delle letture storiografiche correnti, delle criticità e dello stato dell’arte della ricerca sui movimenti sociali e politici di fine anni Settanta.

La Bolognina è un quartiere a nord di Bologna. Com’è cambiato nell’ultimo secolo? Dalle campagne alle prime fabbriche, dai partigiani ai cortei operai fino alla ricchezza delle etnie che ora la abitano, la Bolognina conserva un’incredibile storia che oggi deve confrontarsi con le minacce di gentrificazione.

I libri gialli non sono un intrattenimento lontano dalla realtà, anzi spesso si occupano di politica. Un tema ricorrente è il fascismo e nelle indagini dei detective del giallo si costruiscono gli identikit di fascisti vecchi e nuovi: dal bolognese Carlo Lucarelli al greco Petros Markaris vi suggeriamo qualche lettura.

Ci immergiamo negli anni della lotta armata soffermandoci sul libro Visto censura. Lettere di prigionieri politici in Italia (1975-1986) che racconta storie di carceri speciali e di lotte per i diritti dei detenuti. Lo facciamo con Emma Bombarda e Matteo Pioppi, che hanno curato il libro per BéBert Edizioni.