Tripoli, bel suol d’amor

1911, l'Italia conquista il suo “posto al sole” in Africa invadendo la Tripolitania e la Cirenaica. La Guerra di Libia è una storia di violenza, politica ma anche di immaginario coloniale e razziale. Ne parliamo con Gabriele Proglio, autore di Libia 1911-1912. immaginari coloniali e italianità, edito da Le Monnier. Vai alla puntata

La “prima onda” del punk e le svastiche

A Londra viene celebrata la storia ortodossa del punk, ripulita dagli aspetti più complessi e provocatori. Il punk sembra elevarsi a elemento dell'identità inglese, come il tè e la cabina telefonica rossa, ma pochi riflettono sui perché delle svastiche esposte dai primi punk britannici. Vai alla puntata

Dopo il muro, al di là del muro

Il 9 novembre 1989 il governo della Germania Est annuncia che le visite a Berlino Ovest e nella Repubblica federale sarebbero state permesse. In questo anniversario ci interroghiamo su alcune questioni: quale memoria per gli abitanti delle due città? quale elaborazione del passato nazista? quale l’influenza nel resto del mondo? Vai alla puntata

25 anni fa, Nevermind

Nel 1992 esce il primo disco della band simbolo del grunge di Seattle, i Nirvana. Nevermind è l'album che porta la musica indipendente ed alternativa nelle classifiche commerciali: una storia di marginalità, teenager, punk ma anche Mtv. Vai alla puntata

Memorie dal sottosuolo

La metà delle vittime italiane del disastro di Marcinelle dell’8 agosto 1956 sono abruzzesi: perché? Cosa sappiamo di queste persone? Ne parliamo con Germano Mascitelli autore di una tesi sul ruolo politico di questi minatori emigrati. Vai alla puntata

Il Nobel e la chitarra

Il Nobel a Dylan è un Nobel a una generazione ricca di energia politica e musicale. Parleremo di Bob Dylan per celebrarlo, per ascoltarlo, per leggere la sua letteratura. Parleremo di Bob Dylan per ricostruire gli anni Sessanta del rock e della protesta. Vai alla puntata

La guerra al terrore: Afghanistan 2001

L'11 settembre del 2001 di New York apre l'incubo della difesa dell'Occidente contro il terrorismo islamico. Il primo atto di questo conflitto guidato dagli Stati Uniti è la guerra in Afghanistan, paese accusato di ospitare i terroristi di Al-Qaida. Una storia di vittime civili, petrolio, oppio e neoconservatorismo. Vai alla puntata